La musica come impegno sociale : maestro Marcella Crudeli

La musica come impegno sociale : maestro Marcella Crudeli

Quando parlo con il Maestro Marcella Crudeli non riesco a frenare la mia ammirazione per questa donna da un’energia d’acciaio che ha vissuto per la Musica, con la Musica e a traverso le melodie della Musica. Le sue mani fanno un tutt’uno con i tasti del pianoforte, non li tocca, non li sfiora, li accarezza, con gesti quasi sensuali, gli occhi chiusi, un’espressione sofferta, l’orecchio teso verso il suono, solo quando termina il brano Marcella sorride….

Marcella é infaticabile « …Ho partecipato alla 40° edizione della consegna delle borse di studio agli Orfani dei Caduti delle Forze Armate, organizzato da quindici Rotary Club di Roma…. » mi dice con grande semplicità. Ed ancora :  » Nel corso degli anni, oltre alla mia attività di concertista, didatta ed organizzatore, ho ritenuto anche mettere a disposizione del prossimo la mia Arte, coinvolgendo giovani talenti, anche della mia scuola. Posso citare l’ Ospedale Oncologico del Bambin Gesù, gli anziani, i tossicodipendenti, i bambini disagiati, i terremotati, tenendo dei concerti a titolo gratuito, il cui ricavato era devoluto agli Enti benefici.

L’anno scorso ho cominciato un percorso nell’ Istituto per anziani di Villa San Francesco ai Parioli, nelle scuole, Liceo Visconti e Liceo Vivona.

Ho tenuto un concerto per l’ Ordine di Malta a favore dei pazienti ospiti con scarse possibilità dell’ Ospedale dello stesso Ordine. Il concerto si é svolto il 12 Maggio scorso al Palazzo Doria Pamphili.

Per le carceri ho preso i primi contatti, ma é un mondo difficile per i permessi ed ancora non ho concretizzato questo progetto che mi sta a cuore ….. »

Marcella Crudeli mi fà pensare alla concezione magica dell’ Esistenza, il Mondo del Bene ed il Mondo del Male in eterna contrapposizione, l’ ARTE in senso lato per alleviare l’ Uomo durante la sua  » misera  » Vita ….Marcella e la sua melodia impalpabile mi riportano a questo capolavoro che ho letto, leggo e rileggo : SIDDHARTA di Hermann Hesse.

Grazie Marcella per dare alla Fondazione la possibilità di esserti vicino !

– Maria Elena Cuomo

« Roma » Concorso internazionale di pianoforte

Un commentaire


  1. Grazie, carissima Elena, questo meraviglioso articolo! Cercheremo di dare seguito a tutti i progetti! Ti abbraccio

    Répondre

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *